Remo Cerini – Poeta Bizzarro

Annunci
Pubblicato in Poesie | Lascia un commento

SI PUO’ VIVERE SENZA CREATIVITA’?

Questa è la domanda che mi sono posta dopo le tante ore trascorse a scrivere testi come questo, poesie, articoli, a cercare immagini e brani musicali per abbellire i miei video, a creare nuove pagine per i siti che sto seguendo, a concepire nuove idee per i libri che ho in mente di produrre.

Il tempo impiegato in queste ed altre attività della stessa natura, è incalcolabile e ne resta ben poco da dedicare al puro divertimento o alle relazioni interpersonali, allo sport ed all’ozio, entrambi ugualmente utili a conservare una buona salute.

C’è chi è schiavo delle slot machines, del cibo, del caffè, io mi sento ormai condannata a cercare ossessionatamente nuove proposte creative non così banali, in una corsa senza fine verso la completezza del mio percorso artistico. Mi rendo conto di quanti siano i temi interessanti da affrontare e con le più svariate modalità, quanti intrecci di tecniche particolari possano dar luogo a creazioni spesso stravaganti. Data l’enormità dello scibile umano, ho compreso che non raggiungerò mai alcun soddisfacente traguardo, subito mi adoprerò per inventare qualche eccitante trovata, per occuparmi di misteriosi progetti ancora da sperimentare.

E se la finissi d’impegnare le meningi in cotale fatica?
Se iniziassi a rallentare, a godermi il silenzio dei tramonti, le romantiche passeggiate, la compagnia degli amici, senza più pensare a tutto il tempo sprecato a realizzare nulla di concreto o virtuale?

Immagino, allora, come tutte le ambizioni che sfacciatamente urlano il loro diritto ad esistere, resterebbero inascoltate, non
prenderebbero corpo né vivrebbero nei miei pensieri prima di sbocciare sulla carta, nelle immagini e negli occhi, piacevolmente stupiti,
di chi guarda. Non avrei più un plauso, un incoraggiamento, una stroncatura, le giornate si snoderebbero fra una faccenda domestica ed il prato da rasare, una torta alle mandorle ed una gita al lago. Tornerei ad essere quella d’un tempo, con l’inquietudine senza risposte che mi divorava, mentre mi interrogavo se
esistessero altri modi di vivere per cui valesse la pena d’impegnarsi!

Dunque, non tarda a giungere l’agognata risposta:

“Ho la fortuna, o meno, di percepire un’impellente pulsione creativa che mi sospinge a edificare, dal nulla, le mie fantasie, sovente stimolata dalla realtà che mi circonda e, per ogni persona che si cruccia di non saper scrivere nemmeno un verso, continuerò a bruciare d’ardore per ciò che sono e porgerò, a chi vorrà ascoltare, il frutto delle mie fatiche.”

© Flory Brown

 

Pubblicato in Riflessioni | Lascia un commento